Emma Lindström: Musica per gli occhi !

Emma Lindström: Musica per gli occhi !

Il lavoro di Emma Lindström, ti trasporta in un'altra dimensione con colori e forme. Ci si potrebbe vedere l'universo, la terra vista dallo spazio o un micro-cosmo, la costante è la stessa : L'energia meravigliosa che si è quasi in grado di toccare viene dal profondo legame che unisce Emma alla musica. In questa intervista esclusiva con Pébéo, la giovane artista svedese parla della sua carriera, delle sue ispirazioni e altro ancora.

Parlaci della tua carriera artistica, come ha avuto inizio ?

Ho sempre avuto la necessità di esprimermi e liberare questa energia che mi avvolge e che vive in me. È cominciata musicalmente, attraverso la batteria e strumenti vari, poi è stato al liceo, con la pittura, che ho trovato il mio mezzo espressivo più potente. Da quel momento non è stato più possibile per me tornare indietro. Faccio ancora musica, ma mi piace pensare che con le mie opere creo musica per gli occhi.

DSC_4416edited

 Qual è la tua fonte d'ispirazione ?

La musica è davvero la più grande fonte d'ispirazione nel mio lavoro. Ne ascolto tutti i giorni e ogni volta che dipingo. Credo che l'arte che creo corrisponda emotivamente ed energicamente alla musica che ascolto e che mi tocca da più vicino il cuore. Questa energia che mi attraversa e mi trasporta, può essere certamente rappresentata in modi diversi, ma quello che veramente ricerco nella musica quando dipingo, in termini di atmosfera e di stato d'animo, mi si rivela attraverso il colore.

Qual è il tuo processo creativo ? Quando sei di fronte ad una tela bianca, hai già un'idea di ciò che vuoi realizzare o il risultato è una sorpresa anche per te ?

Il processo è, come la vita stessa, un equilibrio tra controllo e casualità. Non faccio troppa pianificazione anticipata, ma lascio piuttosto che il processo mi guidi. Questo è un processo sia terapeutico che creativo. Naturalmente programmo con largo anticipo i colori e l'atmosfera che voglio creare, o meglio quello che si adatta al mio stato d'animo del momento, ma fatto questo, in qualche modo lascio andare il controllo. Se provo a creare qualcosa che non corrisponde al mio stato emotivo del momento, il risultato finale non potrà mai essere ottimale. Il processo mi permette semplicemente di non essere in contraddizione con me stessa e di creare qualcosa che sia autentico. Quando finisco di versare e colare i colori, devo fare un passo indietro, per vedere ciò che mi si rivela. Dopo di che, per finire, porto alcuni miglioramenti, schiarisco alcuni punti e do la forma finale all'opera, il più vicino possibile a ciò che penso voglia essere. Così, alla fine, ho un certo effetto sorpresa, ma neanche del tutto, perché una volta finito, ho questa sensazione come di conforto intimo. Non potevo immaginare un processo creativo più adatto a me, correre dei rischi ogni volta e finire poi per essere al sicuro a casa. Cosa si può volere di più ?

IMG_1809 edited

Se dovessi scegliere solo due colori, quali sarebbero ?

In questo momento, penso che sia molto evidente osservando il mio lavoro. Il primo è il blu, certamente. È un colore davvero rilassante, ma anche così stimolante ... non ho davvero parole da aggiungere. Il secondo, suppongo, sarebbe il viola. Ma ancora una volta, nessun colore è un'isola, e senza gli altri colori, non ha lo stesso sapore. È la miscelazione e la combinazione di questi colori che è entusiasmante!

Per quanto riguarda i quadri, c'è stata un'evoluzione che ti ha portato all'uso dell'acrilico, oppure è il colore che hai utilizzato fin dal principio ? Ti vedi a sperimentare altri tipi di pittura ?

L'acrilico è sempre stato la mia scelta di pittura. Ho provato un po' l'olio, e uso anche la vernice spray e alcuni medium, ma c'è qualcosa di speciale nell'acrilico. È talmente facile da lavorare e così divertente da combinare con altri prodotti per ottenere tutti i tipi di effetti. Poiché sono abbastanza impulsiva e attiva, ho bisogno di una pittura che si asciughi rapidamente. Ma, naturalmente, sono sempre aperta a provare cose nuove, e la maggior parte del mio processo creativo dipende dalla ricerca di nuove tecniche e di medium che creino nuovi effetti. Quindi è un'esperienza infinita!

IMG_20161105_010250

Quali sarebbero i tuoi consigli per i giovani che studiano o che pensano di entrare nel mondo dell'arte?

Fatelo ! Non pensate troppo, e cercate di non ascoltare i vostri timori e dubbi. La vita è creativa, quindi andate avanti e trasmettete la vostra energia creativa agli altri. E l'arte può essere divertente, poco importa quello che vi insegnano a scuola.

DSC_4418 edited

Scopri di più www.emmalindstrom.com

Leggi le altre interviste
agli artisti Pébéo >